contact us

Cartography

Hiking maps, maps and atlases, cartography around the world. Maps of the trails, cartography for cyclotourism and mountain biking

Mountain

Alpine guides, hiking guides, technical manuals for summer and winter mountaineering. Mountain literature and filmography

Navigation

Nautical manuals, nautical cartography, books and literature for sailboat and motor

Travels

Travel guides and travel literature for Italy, Europe and the rest of the world

Military

Collection of the best publications (books and DVDs) on the mountain war on the Alps and the rest of Italy and Europe
advanced search
back
-60%

Romanzo di un negriero

La tratta degli schiavi raccontata dalla viva voce dei protagonisti

Jack La Bolina è lo pseudonimo scelto dallo scrittore e ufficiale di Marina Augusto Vittorio Vecchi per firmare i numerosi saggi e gli altrettanti numerosi libri editi nel corso della sua vita. Nato A Marsiglia nel 1842 morì a Forte dei Marmi nel 1932. Visse come un vero uomo di mare e contemporaneamente si dedicò alla scrittura. Fu molto prolifico e poliedrico. La sua produzione spazia dagli scritti storici con cui si rivolge agli studiosi, agli interventi di carattere più immediato con cui partecipa attivamente alla stampa quotidiana e periodica, alla narrativa a sfondo marittimo con cui invita i giovani a conoscere il mare e la sua vita. Purtroppo gli editori lo hanno dimenticato. Delle sue opere fino a noi è arrivato ben poco e anche “Romanzo di Un Negriero” è pubblicato da un piccolo editore e, a pochi mesi dalla sua uscita, è già difficile da reperire. La storia è ambientata intorno alla prima metà dell’800. Giovanni Barelli, piemontese, in fuga dalla battaglia del 1831 a fianco degli insorti di Romagna contro gli autriaci, viaggia esule da Rimini all’Albania, da Costantinopoli ad Odessa. Qui conosce Pablo Ramas, capitano del brigantino Honradez di Penisola che gli offre di rientrare in Europa sull’imbarcazione che conduce in Spagna il suo carico di grano. A casa Ramas, Giovanni Barelli è accolto dal padre dell’amico, Don Hermenegildo e dalla bella sorella Consuelo, della quale si innamora. Ma don Hermenegildo non concede la mano della figlia al giovane italiano se non alla condizione che diventi un valido capitano, degno di entrare in una stimata casata spagnola di marinai e mercanti. L’amico Pablo prospetta allora a Givanni Barelli di assumere l’incarico di comandante della nuova nave di casa Ramas: la Consuelita. Il patto è presto stretto ma la rivelazione della meta, designata da Don Hermenegildo, è una dura scoperta per l’ignaro aspirante uomo di mare: La Costa D’Africa, il Golfo di Guinea, dove dovrà fare carico del cosiddetto “legno d’ebano”, ovvero la merce della tratta: gli schiavi. Il libro è uno spaccato veritiero di cosa era la tratta degli schiavi e racconta con toni che ricordano, a tratti, le magistrali parole di “Cuore di Tenebra” di Joseph Conrad. Oltre a questo merito il libro è un valido strumento per conoscere, al di là di miti e leggende, cosa era l’antico regno del Dahomey, l’attuale Benin, uno delle porte d’Africa dalla quale sono usciti decine di migliaia di schiavi.
 
add to wish list
€ 6.36
instead of € 15.90
quantity
- 1 +
ship to :: Italia
Corriere espresso € 5.50
availability
available
add to cart