it
wishlist
login
mail

contattaci

Cartografia

Carte escursionistiche, carte stradali e atlanti, cartografia d'Italia e di tutto il mondo. Carte dei sentieri, cartografia per il cicloturismo e mountain bike

Montagna

Guide alpinistiche, guide escursionistiche, manuali tecnici per l'alpinismo estivo ed invernale. Letteratura e filmografia di montagna

Mare

Manuali nautici, cartografia nautica, libri e letteratura per la barca a vela e motore

Viaggi

Guide turistiche per viaggi e letteratura di viaggio per l'Italia, l'Europa e tutto il Mondo

Militaria

Raccolta delle migliori pubblicazioni (libri e dvd) sulla guerra in montagna sulle Alpi e sul resto d'Italia e d'Europa
ricerca avanzata ricerca avanzata
indietro
-20%
spedizione compresa
Il patrimonio storico della Grande Guerra stato
Gaspari | Daniele Ravenna | Giuseppe Severini | Udine | 2002 | pagine 200 | 14 x 21

Il patrimonio storico della Grande Guerra

Commento alla legge marzo 2001 n. 78

La Grande Guerra ha segnato profondamente il territorio italiano. Lungo le centinaia di chilometri del fronte terrestre - dallo Stelvio al Timavo, dal Grappa al Piave - restano ancora oggi visibili le tracce lasciate dai milioni di uomini che per tre anni e mezzo vi sono vissuti e vi hanno combattuto, come fortezze, trincee, gallerie, camminamenti e sentieri. Ogni paese, ogni città, poi, ha i suoi monumenti, le sue lapidi a ricordo dei caduti. Infine, reperti e cimeli del conflitto sono custoditi in raccolte pubbliche e private, conservati da tante famiglie e tuttora affiorano dai campi di battaglia. Tutte queste "vestigia" della Grande Guerra, finora lasciate all'usura del tempo e al rischio di dispersione, sono protette oggi dalla legge 7 marzo 2001, n. 78, "Tutela del patrimonio storico della prima guerra mondiale" che, riconoscendone il valore storico e culturale, intende conservare e valorizzare questo grande patrimonio per trasmetterlo alle generazioni future. La legge n. 78 è volta a sollecitare più che a vietare, promuovendo e coordinando gli interventi da parte degli enti locali, del volontariato e degli stessi privati: un modello di intervento legislativo di valore paradigmatico per la salvaguardia dei beni culturali "minori". Conservare e valorizzare queste vestigia significa contribuire alla riflessione sull'identità nazionale ed europea e aprire nuove prospettive di sviluppo culturale e turistico del territorio. Questo libro, aperto da un ampio saggio storico di Alberto Monticone, contiene un commento giuridico, articolo per articolo, alla legge n.78, la sua stessa storia e le norme - anche regionali e provinciali - che lÕhanno preceduta. L'apparato iconografico curato da Lucio Fabi conduce il lettore nel variegato ambiente della ricerca e della consevazione dei luoghi e dei cimeli della Grande Guerra.

 

aggiungi alla lista dei desideri
€ 9.60
invece di € 12.00
quantità
- 1 +
spedizione :: Italia
Spedizione compresa € 0.00
disponibilità
spedito entro 24/48 ore
Aggiungi al carrello