it
wishlist
login
mail

contattaci

Cartografia

Carte escursionistiche, carte stradali e atlanti, cartografia d'Italia e di tutto il mondo. Carte dei sentieri, cartografia per il cicloturismo e mountain bike

Montagna

Guide alpinistiche, guide escursionistiche, manuali tecnici per l'alpinismo estivo ed invernale. Letteratura e filmografia di montagna

Mare

Manuali nautici, cartografia nautica, libri e letteratura per la barca a vela e motore

Viaggi

Guide turistiche per viaggi e letteratura di viaggio per l'Italia, l'Europa e tutto il Mondo

Militaria

Raccolta delle migliori pubblicazioni (libri e dvd) sulla guerra in montagna sulle Alpi e sul resto d'Italia e d'Europa
ricerca avanzata ricerca avanzata

filtra risultati per

categoria
luoghi/personaggi
vedi tutti i luoghi/personaggi
editori
cerca 12 risultati in Luca Tonghini
-5%
€ 22,33
Lago d'Iseo
-5%
€ 25,18
Lago di Garda
-5%
€ 46,55
Portolano cartografico 10
-5%
€ 49,40
Portolano cartografico 2
-5%
€ 19,95
Portolano cartografico 2a
-5%
€ 23,75
Portolano cartografico 2b
-5%
€ 36,10
Portolano cartografico 2c
-5%
€ 48,45
Portolano cartografico 3
-5%
€ 24,70
Portolano cartografico 3a
-5%
€ 23,75
Portolano cartografico 3b
-5%
€ 38,00
Portolano cartografico 9
-5%
€ 23,28
Un piccolo mare di nome Garda

Luca Tonghini

Classe 1961, sin da bambino va in barca con il padre, ma si avvicina alla vela solo in età adulta, dopo aver frequentato un corso sul lago d’Iseo. Ne rimane affascinato ed è come si fosse avverato un sogno nel cassetto. Acquista una piccola barca cabinata e sul lago di Garda fa le sue prime esperienze, da solo o in compagnia, di giorno e di notte, con il bello o brutto tempo: l’importante è andare! Con tre amici nel 2000 acquista Maladroxia, un cutter di 34 piedi e nel 2003 lascia la sua professione di geometra per potersi dedicare maggiormente alla vela. Affascinato dalla cartografia e dalla navigazione d’altura, effettua svariati trasferimenti di barche che lo portano a navigare in tutto il Mediterraneo. Dal 2006 riprende la sua attività di progettista edile e successivamente si trasferisce sul lago di Garda, per veleggiare anche nei periodi a terra. Nel 2013 diventa l’unico proprietario di Maladroxia e coltiva il sogno di partire per un lento giro del mondo.