it
wishlist
login
mail

contattaci

Cartografia

Carte escursionistiche, carte stradali e atlanti, cartografia d'Italia e di tutto il mondo. Carte dei sentieri, cartografia per il cicloturismo e mountain bike

Montagna

Guide alpinistiche, guide escursionistiche, manuali tecnici per l'alpinismo estivo ed invernale. Letteratura e filmografia di montagna

Mare

Manuali nautici, cartografia nautica, libri e letteratura per la barca a vela e motore

Viaggi

Guide turistiche per viaggi e letteratura di viaggio per l'Italia, l'Europa e tutto il Mondo

Militaria

Raccolta delle migliori pubblicazioni (libri e dvd) sulla guerra in montagna sulle Alpi e sul resto d'Italia e d'Europa
ricerca avanzata ricerca avanzata
indietro
-5%
spedizione compresa
L'Italia nell'antica cartografia
Priuli & Verlucca | Antica cartografia | Roberto Borri | Ivrea | 1999 | pagine 191 | 35 x 32

L'Italia nell'antica cartografia

1477-1799

Il volume illustra la genealogia della carta a stampa a tema Italia in un periodo che va dal 1477 (anno in cui venne stampata la prima carta dell’Italia) al 1799. Vengono catalogate, descritte, analizzate, ordinate (sia sotto l’aspetto cronologico che derivativo) e riprodotte le oltre duecentocinquanta carte a stampa più significative del periodo preso in considerazione, alcune delle quali sinora sconosciute e inedite; inoltre, per ognuna di esse, vengono citate e riprodotte anche numerose tavole similari e/o derivate.
L’opera (che si configura a livello di eccellenza nel suo genere) è preceduta da essenziali informazioni sulle origini della cartografia e sui codici manoscritti che, con le loro carte dipinte, hanno ispirato quelle a stampa del territorio italiano.

Dall'introduzione

Le trasformazioni geologiche della crosta terrestre conseguenti allo smembramento dell’originario unico continente (la Pangea), hanno dato origine, nel cuore del Mediterraneo, ad una singolare e suggestiva penisola a forma di stivale.
Il desiderio di conoscere, l’ingegno e il metodo hanno gradualmente e faticosamente consentito all’uomo di riconoscere e attribuire alla regione italiana la predetta forma.
Il parallelismo di questi due fenomeni – naturale e scientifico – tra di loro lontanissimi nel tempo, ma alla fine convergenti, ha per me costituito lo stimolo principale alla collezione e allo studio della carta dell’Italia.
L’attuale configurazione fisica costituisce l’ultimissima fase di un processo geologico durato complessivamente circa duecento milioni di anni: dalla formazione delle Alpi e degli Appennini (avvenuta circa sei milioni di anni orsono) al periodo delle grandi glaciazioni (e perciò solo un milione di anni fa) l’Italia era una smilza lunga penisola, la pianura padana era occupata dal mar Adriatico, la Puglia era un’isola, la Sicilia era divisa in due tronconi, la Sardegna e la Corsica erano fuse in un unico stretto blocco. Nulla, insomma, faceva pensare all’immagine dello stivale. L’analisi del materiale cartografico della penisola italiana ci conduce straordinariamente alle medesime conclusioni. Sebbene da oltre settecentomila anni l’Italia rivesta l’attuale caratteristica forma, i geografi dell’antica Grecia, penalizzati dalle rudimentali metodologie a disposizione, non poterono che assegnare alla penisola una delineazione goffa e stiracchiata e perciò assai diversa da quella reale: altro che stivale!! […]

INDICE

PRESENTAZIONE
INTRODUZIONE
LE ORIGINI DELLA CARTA GEOGRAFICA
LA CARTA GENERALE DELL'ITALIA NEI CODICI MANOSCRITTI
I MODELLI FONDAMENTALI
LA CARTA DI TOLOMEO
LA CARTA GENERALE DELL’ITALIA NELLE ANTICHE STAMPE DAL 1477 AL 1799
ELENCO DELLE CARTE A STAMPA
INDICE DEGLI AUTORI
BIBLIOGRAFIA
 

aggiungi alla lista dei desideri
€ 97.85
invece di € 103.00
quantità
- 1 +
spedizione :: Italia
Spedizione compresa € 0.00
disponibilità
mediamente spedito in 5/10 giorni
Aggiungi al carrello