it
wishlist
login
mail

contattaci

Cartografia

Carte escursionistiche, carte stradali e atlanti, cartografia d'Italia e di tutto il mondo. Carte dei sentieri, cartografia per il cicloturismo e mountain bike

Montagna

Guide alpinistiche, guide escursionistiche, manuali tecnici per l'alpinismo estivo ed invernale. Letteratura e filmografia di montagna

Mare

Manuali nautici, cartografia nautica, libri e letteratura per la barca a vela e motore

Viaggi

Guide turistiche per viaggi e letteratura di viaggio per l'Italia, l'Europa e tutto il Mondo

Militaria

Raccolta delle migliori pubblicazioni (libri e dvd) sulla guerra in montagna sulle Alpi e sul resto d'Italia e d'Europa
ricerca avanzata ricerca avanzata
indietro
-5%
Orto di casa
Priuli & Verlucca | Quaderni di cultura alpina | Aldo Molinengo | Ivrea | 2005 | pagine 76 | 21 x 29,7

Orto di casa

Antico segno alpino della famiglia contadina tra ortaggi, piante aromatiche ed ornamentali

Quaderno numero 69

Fin da quando l’uomo è diventato agricoltore, la necessità di far crescere piante alimentari, ornamentali ed aromatiche, accanto all’abitazione, non si è ancora spenta. La limitata superficie agraria iniziale si è successivamente allargata e diversificata: le coltivazioni hanno occupato vasti appezzamenti, per poter produrre per il mercato, e la creazione del giardino gli ha consentito di soddisfare il proprio gusto estetico. Col tempo, quindi, l’agricoltura ha cambiato aspetto e dimensione, mentre gli ornamenti vegetali hanno sottolineato, con importanza certamente non minore, gli stili architettonici delle varie epoche. Ma l’elemento primitivo, originario di tutto questo, l’orto, l’antica dispensa famigliare, è rimasto immutato in ogni ambiente, cultura e tradizione. Molto probabilmente, è il più antico segno che l’uomo ha lasciato e che ancora oggi continua a “tracciare” ovunque esista un suo insediamento, rurale o urbano. Quasi un carattere del suo patrimonio genetico, che continua a tenerlo legato alla terra e che gli ricorda le sue primordiali origini. 
Questo libro ne analizza gli aspetti riferiti al territorio alpino, dove l’orto ha mantenuto, pressoché inalterate, le sue caratteristiche, fin dalla notte dei tempi. Uno spazio che è anche l’unico tipo di giardino che, in questo ambiente morfologicamente e climaticamente difficile, è possibile realizzare, mescolando piante ornamentali ad ortaggi. La ricerca di testimonianze, sia storiche che attuali, è stata orientata, in particolare, alle valli Po e Varaita, in provincia di Cuneo, non solo in quanto sono le più conosciute dall’autore, attraverso esperienze di vita e di studi, ma anche perché hanno costituito la parte più estesa dell’antico Marchesato di Saluzzo. Un piccolo territorio che, nei suoi circa cinquecento anni di storia, tra il XII ed il XVI secolo, ha visto svolgersi le proprie vicende in un’area essenzialmente montana. In essa si sono amalgamati, anche con gli ambienti transalpini confinanti, diversi aspetti culturali, che sono leggibili soprattutto nelle tradizioni, rimaste vive fino ad alcuni decenni fa, e nei secolari elementi antropici del paesaggio.

INDICE

Perché questo libro

Introduzione
Il territorio alpino
Tipologia dell’orto
L’orto nella storia documentata 
L’uomo e il tempo
La Luna e la vita
La donna
Posizionamento dell’orto
Il terreno e le pratiche colturali
Gli attrezzi
Recinzioni
I ripari
Malattie delle piante
Gli spaventapasseri
Toponomastica
Ortaggi
Nuove piante dalle Americhe
Piante aromatiche e officinali
Fiori
Frutta nell’orto
Alimentazione in montagna
Ricette
Orti in Valle Varaita
Dall’orto al giardino
Orti nel Novecento
Orto didattico
Bibliografia

aggiungi alla lista dei desideri
€ 17.58
invece di € 18.50
quantità
- 1 +
spedizione :: Italia
Corriere espresso € 5.50
disponibilità
mediamente spedito in 5/10 giorni
Aggiungi al carrello