contact us

Cartography

Hiking maps, maps and atlases, cartography around the world. Maps of the trails, cartography for cyclotourism and mountain biking

Mountain

Alpine guides, hiking guides, technical manuals for summer and winter mountaineering. Mountain literature and filmography

Navigation

Nautical manuals, nautical cartography, books and literature for sailboat and motor

Travels

Travel guides and travel literature for Italy, Europe and the rest of the world

Military

Collection of the best publications (books and DVDs) on the mountain war on the Alps and the rest of Italy and Europe
advanced search
back

I comandamenti della montagna

«Ogni località di Sant’Anna brucia: bruciano le case, bruciano le stalle, bruciano gli alberi, bruciano le piazze e brucia la chiesa, brucia il prete, bruciano le panche, bruciano le foglie così come bruciano i bambini, bruciano gli animali e bruciano le donne, assieme ai loro padri. Esiste una democrazia, a Sant’Anna. Nessuno scampa al massacro. Nessuno sopravvive alla follia».

È l’estate del 1944. Con il sud della Penisola in mano agli Alleati, le truppe nazifasciste si preparano a giocare l’ultima carta: la fortificazione della Linea Gotica, il baluardo difensivo che taglia l’Italia in due.
Sulle Alpi Apuane, tra boschi impenetrabili e metati diroccati, volontari di ogni età, ceto e fede politica si adunano «per dignità e non per odio / decisi a riscattare / la vergogna e il terrore del mondo» (Calamandrei). Guidati dal giovanissimo Davide e aiutati da don Angelo, un prete allontanato dalla Curia per aver protetto un ribelle, dovranno affrontare nemici esterni e traditori, mercati neri e neri assassini, tenendosi stretta la fiducia dei civili e ancor più vicina la propria umanità dinnanzi alla rabbia e all’orrore, mentre la guerra si frantuma nei rivoli di mille azioni di guerriglia.
In quell’ultima estate violenta, con la natura a fare da silenzioso coprotagonista, si fronteggiano buoni e cattivi: gli eroi che hanno sacrificato tutto e i più spietati carnefici – ognuno con la propria voce, coraggiosa o disperata, tragica e terribile, sempre indimenticabile.


«Questo libro è figlio di tre momenti, ognuno dei quali coincide con un movimento, un passo in avanti, una scoperta e un cambiamento.
Il primo momento mi riporta indietro nel tempo, durante l’infanzia. È qui che ho sentito per la prima volta parlare di Resistenza.
Il secondo momento coincide con la scoperta dei luoghi della Resistenza. Le Apuane ne sono una fucina.
Il terzo e ultimo momento è la scoperta dei personaggi, degli uomini e delle donne che hanno fatto la Resistenza.
Ecco, I comandamenti della montagna è la storia di una generazione di uomini e donne che ha anteposto a tutto la propria libertà, in nome di un futuro diverso da quello imposto. E se spesso la mia generazione, delusa dal presente, ricerca nel passato un’idea e una speranza per l’avvenire, la Resistenza sta lì, al di là della retorica e di tutte le polemiche – a dimostrare che le regole, se inaccettabili, si possono sovvertire».

Michele Nardini

add to wish list
€ 15.00
quantity
- 1 +
ship to :: Italia
Corriere espresso € 5.50
availability
usually shipped within 5/10 days
add to cart