contact us

Cartography

Hiking maps, maps and atlases, cartography around the world. Maps of the trails, cartography for cyclotourism and mountain biking

Mountain

Alpine guides, hiking guides, technical manuals for summer and winter mountaineering. Mountain literature and filmography

Navigation

Nautical manuals, nautical cartography, books and literature for sailboat and motor

Travels

Travel guides and travel literature for Italy, Europe and the rest of the world

Military

Collection of the best publications (books and DVDs) on the mountain war on the Alps and the rest of Italy and Europe
advanced search
back
-15%

Ciaspole, Nordic Walking, Mountain-Bike sul Monte Grappa

Trentotto itinerari

Diciotto itinerari per ciaspole. Dodici itinerari per Nordic Walking. Otto itinerari per mountain-bike.

“Per la sua conformazione, ed il retaggio della Grande Guerra 1915-18 con le numerose strade e mulattiere, il Monte Grappa costituisce un’ottima base per le escursioni, il Nordic Walking, la Mountain-Bike, l’equitazione e d’inverno per le racchette da neve o ciaspole, lo sci escursionismo e lo sci di fondo. Universalmente conosciuto per le vicende della Grande Guerra 1915-18 dove assunse un ruolo decisivo per la salvezza della Patria dopo la disfatta di Caporetto ed il conseguente arretramento del nostro esercito tra questi monti ed il Piave, fu talmente fortificato che costituì un baluardo insuperabile per l’esercito austroungarico che qui gettò le sue ultime risorse, riportandone una catastrofica sconfitta che segnò anche la fine del plurisecolare Impero Asburgico; è tutto un reticolo di trincee; sulla vetta sorge il monumentale Cimitero Ossario con 12615 Caduti Italiani e 10332 Austroungarici. Numerosi musei della guerra si trovano sia in quota che nei paesi che lo circondano; tanti sono anche i musei all’aperto che presentano trincee ripristinate con ottimo e paziente lavoro dalle varie associazioni.

Anche la Seconda Guerra Mondiale vide questo monte tanto martoriato protagonista, col tragico rastrellamento operato dai nazi-fascisti sui partigiani nel settembre 1944, con centinaia di Caduti e deportati nei campi di concentramento in Germania. è un gruppo montuoso carsico ed in parte aspro come il vicino Altopiano di Asiago (praticamente senz’acqua perché essa va a confluire nelle numerosissime cavità sotterranee), ma è per la gente che lo frequenta un’oasi di pace, in quanto non si trovano paesi ma solamente qualche raro villaggio residenziale. Poche ma sufficienti sono le strade che vi salgono dalla pianura, soprattutto nel versante sud con la SP 148 “Strada Cadorna” da Romano d’Ezzelino e la SP 140 “Strada Giardino” da Semonzo di Borso del Grappa, per citare le più adeguate al traffico attuale. Altre salgono da Paderno del Grappa, da Possagno, Cavaso e Pederobba e a nord da caupo e Feltre. esse presentano spesso tratti stretti e ripidi, che richiamano schiere di ciclisti di tutte le età per un’impegnativa ascesa al Sacro Monte. l’ambiente è pressoché integro nonostante le profonde ferite infertigli dalla guerra. ci sono tante varietà botaniche talvolta proprio tipiche ed esclusive della zona, come pure le specie faunistiche selvatiche che comprendono caprioli, cervi, mufl oni e nelle zone impervie del Boccaor – Archeson i camosci. Una nota dolente è costituita dai cinghiali che, molto prolifi ci, si sono moltiplicati a dismisura tanto da rappresentare un grosso problema soprattutto a bassa quota e tra i volatili di cui fi no a qualche anno fa la presenza di numerose specie rallegrava l’andar per monti; devo lamentare con amarezza che i boschi sono diventati silenziosi, troppo silenziosi, e questo è un enorme guaio. tra i grandi rapaci è comunque segnalata la presenza della poiana e anche dell’aquila; d’inverno se si incontrano uno o più caprioli o cervi, è bene non spaventarli né costringerli ad una fuga precipitosa che comporta un grande dispendio di energie e può risultare letale: bisogna rallentare e lasciare all’animale il tempo di mettersi a distanza di sicurezza.

Gli itinerari qui descritti toccano le seguenti cime storiche della Grande Guerra 1915-18: Col Moschin – Col Caprile – Col della Berretta – Monte Asolone – Monte Pertica – Monte Grappa – Monte Prasssolan.”

INDICE

Il massiccio del Monte Grappa 
Note utili e consigli 
Punti di appoggio invernali 
1 – COLLI ALTI – SAN GIOVANNI – VAL CAMPODEROA
2 – COLLI ALTI – RIFUGIO ALPE MADRE – CASERA SACCON
3 – COLLI ALTI – RIFUGIO ALPE MADRE – COL CAPRILE – PRA FIOLO
4 – VALLE DEL LEPRE – VAL DELLE SALINE – MONTE ASOLONE
5 – MONTE ASOLONE DA SUD
6 – MONTE ASOLONE DA NORD
7 – CAMPO CROCE – MONTE PALLA
8 – CAMPO CROCE – VAL DI POISE E MONTE ORO 
9 – CAMPO CROCE E MONTE GRAPPA 
10 – MONTE GRAPPA – DAL RIFUGIO FORCELLETTO PER IL MONTE COSTON
11 – RIFUGIO FORCELLETTO – MALGA FIABERNÙ – MONTE PRASSOLAN
12 – RIFUGIO BOCCHETTE – AULA VERDE DI MALGA VALPO RE DI FONDO
13 – RIFUGIO BOCCHETTE – VAL DEI PEZ – CHIESETTA MADONNA ASSUNTA
14 – BOCCHETTE – CA’ TASSON – MONTE GRAPPA
15 – MONTE GRAPPA – COL DELL’ORSO – MONTE SOLAROLO – MONTE VAL DE ROA
16 – LA SALITA PIÙ FACILE A CIMA GRAPPA
17 – CIMA GRAPPA – VAL DELLE MURE – BIVACCO CAMPARONETTA
18 – LA DORSALE DEGLI ASOLONI ED IL MONTE GRAPPA
COLLEGAMENTI
NORDIC WALKING (Camminata Nordica)
MOUNTAIN BIKE

add to wish list
€ 5.10
instead of € 6.00
quantity
- 1 +
ship to :: Italia
Corriere espresso € 5.50
availability
available
add to cart